“Aperitivo a colori” nel Centro per famiglie, colorato epilogo di un progetto vincente

Una festa di colori e sapori per celebrare l’incontro dei popoli. È questa l’immagine che più di ogni altra racconta l’Aperitivo a Colori che si è svolto ieri pomeriggio nel parco del Centro per Famiglie a Macerata, variopinto epilogo del progetto Famiglie a colori.

Presenti il sindaco Romano Carancini, l’assessore ai Servizi sociali Marika Marcolini, l’equipe dell’Area minori del servizio sociale del Comune di Macerata e naturalmente le famiglie protagoniste di questo innovativo progetto del Comune.

Famiglie a colori, fortemente voluto dall’assessorato ai Servizio Servizi Sociali del Comune in seguito al forte flusso di minori stranieri non accompagnati, alla conseguente saturazione delle comunità educative e dalla necessità di una risposta più ottimale possibile ai bisogni di assistenza ma soprattutto emotivi dei minori, ha visto 17 famiglie di Macerata e dintorni prendere in affidamento altrettanti minori provenienti da Senegal, Nigeria, Italia, Marocco, Costa D’Avorio, Zambia e Albania.

Continua ...

RA – TA – TA BUM… RA – TA – TA – TA BUM BUM!!!

Continua per il secondo anno il progetto di letture condivise per famiglie e con le comunità familiari della nostra città!

Pomeriggi lunghissimi quelli delle vacanze e dietro l’angolo ci potrebbe essere la fatidica domanda: “che faccio?”.

Ogni genitore ha le sue risorse, ma perché non unire natura e lettura? Portare i bambini nel verde e approfittare degli eventi che i volontari Npl organizzano nei parchi per far perdere grandi e piccoli tra verde e fantasia.

A Macerata “la Bibliovaligia delle storie”: tutti i mercoledì ci sono 5 appuntamenti al parco, dalle 17.30 alle 19.00 e inizieranno il 21 Giugno ai giardini pubblici di Collevario con il punto di lettura NpL dell’associazione “La Goccia”.

ASPETTIAMO TUTTE LE FAMIGLIE DELL’AGORA’, INOLTRE INVITIAMO TUTTI A PORTARE TANTI A...

Continua ...

Convegno ” L’Accoglienza oltre noi”

Impegnarsi per individuare un modello culturale di accoglienza che vada oltre le singole specificità ma che diventi un sistema sociale condiviso.

L’evento è rivolto a operatori nel sociale, educatori, insegnanti, famiglie.

Il Convegno vuole proporre un approfondimento su un modello culturale inclusivo che vada oltre.

Oltre le singole specificità, oltre le peculiarità espresse dagli attori sociali, oltre le singole convinzioni.

Con l’aiuto dei tre relatori proviamo ad intraprendere un percorso di riflessione ed approfondimento del concetto di inclusione sociale.

Continua ...

Quaranta laboratori in due giorni, Scarabò mette al centro i bambini

Per due giorni Macerata diventa la città dei bambini e delle famiglie, degli insegnanti e di chi vuole imparare divertendosi. Il 20 e il 21 maggio arriva la prima edizione Scarabò, il festival ideato dall’insegnante Laura Copparoni che in un’anno di lavoro è riuscita a mettere insieme tante associazioni e realtà formative, anche da fuori Macerata, per un calendario ricchissimo di eventi. Oltre 40 laboratori a partire da sabato pomeriggio e per tutta la giornata di domenica, con le vie del centro (e non solo) che diventeranno angoli di scoperta e condivisione per grandi e piccini. L’iniziativa è stata presentata oggi nell’orto dei pensatori di vicolo Illuminati, una delle location del festival. L’Arci, promotore, ha posto l’evento “a livello nazionale – ha detto il presidente provinciale Massimiliamo Sport Bianchini -. Questo evento è un pezzettino in favore del mondo dell’infanzia che, soprattutto nelle zone terremotate, risulta drammatica”.

Continua ...

LA SOLIDARIETÀ È FATTA DI TANTE, PICCOLE GOCCE. PIÙ UNA, LA TUA.

“Ogni volta che vengono scelte le bomboniere della Goccia per festeggiare un’occasione speciale, realizzarle per me è una bellissima emozione”.

Graziella Giuliani, artigiana volontaria de “La Goccia”.

E’ voi?

Avete scelto il dono per le Vostre feste???

Scegliete le nostre bomboniere solidali.

 

Continua ...

Protezione ai minori stranieri non accompagnati; approvata la legge.

I bambini e i ragazzi sotto i 18 anni che arrivano in Italia senza genitori non potranno essere respinti e avranno gli stessi diritti dei loro coetanei dell’Unione Europea.
Compreso quello all’affido familiare.
Lo stabilisce la legge per la protezione dei minori stranieri non accompagnati, approvata dalla Camera dei Deputati mercoledì 29 marzo.

L’aula di Montecitorio ha dato il via libera al disegno di legge Zampa con un’ampia maggioranza: 375 voti favorevoli, 13 contrarie 41 astenuti.

È una legge che segna una svolta, perché guarda ai minori stranieri non accompagnati prima di tutto per il loro essere bambini e adolescenti. Questo viene prima di ogni altra cosa.

È la prima legge del genere in Europa e l’auspicio è che l’Italia possa diventare pioniere e modello, contagiando ...

Continua ...

Continuità affettiva, nessuna “preferenza” per gli affidatari: “La domanda di adozione del minore in affido sarà valutata con procedura ordinaria”

Non una scorciatoia per chi spera in un’adozione facile, ma un mezzo utile per mantenere i legami se questi sono funzionali al benessere del minore in ordine al suo progetto di vita. La legge 173/2015 sulla continuità degli effetti necessita ancora di chiarimenti. Tanto che la regione Piemonte ha promosso un gruppo di lavoro finalizzato a fornire ai servizi socio-sanitari indicazioni sull’applicazione della legge che prevede la possibilità dell’adozione da parte della famiglia affidataria quando l’affido “si sia risolto in un rapporto stabile e duraturo anche sul piano affettivo”. Indicazioni che stabiliscono innanzitutto che, qualora gli affidatari chiedano l’adozione del minore loro affidato, nel frattempo divenuto adottabile, dovranno presentare regolare domanda di ado...

Continua ...

I Comuni e le politiche di accoglienza dei minori stranieri non accompagnati

Cresce il numero di minori stranieri non accompagnati presi in carico nei Comuni. Nel 2014 i minori soli sono stati oltre 13mila, di questi 9.229 sono collocati in accoglienza (il 68,2% dei MSNA presi in carico, con un incremento del 43,2% sul 2013 e del 51,2% sul 2006). E’ quanto emerge dal rapporto Cittalia – Anci “I Comuni e le politiche di accoglienza dei minori stranieri non accompagnati” presentato il 27 luglio a Roma presso la sede di Anci nazionale.

Il Rapporto fa il punto sulle politiche di accoglienza dei minori stranieri non accompagnati realizzate dai Comuni presi in esame da un’indagine che copre il decennio 2004-2014 (il 56% del totale dei Comuni, pari al 73% della popolazione italiana nel 2014)...

Continua ...